English [en]   Deutsch [de]   français [fr]   italiano [it]   日本語 [ja]   русский [ru]  

Questa traduzione potrebbe non essere aggiornata con le modifiche effettuate dopo il 2016-12-31 alla versione originale inglese. È disponibile un elenco delle modifiche. Le traduzioni italiane sono effettuate ponendo la massima attenzione ai dettagli e alla qualità, ma a volte potrebbero contenere imperfezioni. Se ne riscontrate, inviate i vostri commenti e suggerimenti riguardo le traduzioni a <web-translators@gnu.org> oppure contattate direttamente il gruppo dei traduttori italiani.
Per informazioni su come gestire e inviare traduzioni delle nostre pagine web consultate la Guida alle traduzioni.

Backdoor proprietarie

Altri esempi di malware proprietario

Il software non libero (proprietario) è molto spesso malware, progettato per danneggiare gli utenti. Il software non libero è controllato dai suoi sviluppatori, e questo fatto mette gli sviluppatori in una posizione di potere nei confronti degli utenti; quest è l'ingiustizia di fondo. Spesso gli sviluppatori esercitano questo potere a danno degli utenti che invece dovrebbero servire.

Ecco alcuni esempi provati di backdoor (canali di ingresso nascosti) nel software proprietario.

Ecco un grande problema i cui dettagli sono ancora segreti.

Ecco un sospetto che non possiamo provare, ma che vale la pena prendere in considerazione.

La EFF elenca altri esempi di uso di backdoor.

INIZIO PAGINA


[Logo FSF]“La nostra missione è preservare, proteggere e promuovere la libertà di usare, studiare, copiare, modificare e ridistribuire il software per computer, e difendere i diritti degli utenti di software libero.”

La Free Software Foundation è lo sponsor principale del Sistema operativo GNU. Potete sostenere GNU e la FSF comprando manuali e gadget, diventando membri associati della FSF oppure facendo una donazione diretta o via Flattr.